DOTT. ANDREA ANDERBEGANI


LECCO

 

PERCHÈ IL MICROSCOPIO?
Il Microscopio Operatorio è per il dentista, uno strumento molto utile nella pratica quotidiana. Grazie all’associazione di un forte ingrandimento e di una potente luce coassiale, porta infatti grandi vantaggi all’operatore. Nella mia realtà quotidiana, grazie al mio Microscopio, ho la possibilità di avere, ingrandimenti e illuminazione. Inoltre, posso avere una completa documentazione video e fotografica del mio lavoro. Il Microscopio mi permette di eseguire terapie endodontiche su casi, più o meno complessi, (inviatemi quasi esclusivamente di altri dentisti)  normalmente con facilità. E con soddisfazione, sia dei colleghi che dei pazienti. La possibilità di documentare il caso (e di creare un cd da consegnare all’interessato) permette inoltre sia al paziente sia al collega, di “toccare con mano” la qualità e il tipo di interventi effettuati.



PERCHÈ LEICA?
Nel 2000 ho avuto la fortuna di poter provare un Microscopio LEICA. Per l’esattezza un M400 a luce alogena. Questo mi ha permesso di apprezzare le grandi qualità dell’ottica LEICA e soprattutto la grande maneggevolezza di questo Microscopio: è possibile spostare il corpo ottico del Microscopio con piccoli movimenti della testa, evitando di distogliere le mani da ciò che sta facendo. Mi ha anche permesso di capire, come un alto ingrandimento senza un’illuminazione potente, non fosse per me ottimale. Per questa ragione, successivamente ho preferito acquistare un M500 MC-1 che, a quel tempo, era l’unico Microscopio LEICA equipaggiato di serie con una potente luce Xenon da 300 W. Con questo tipo di luce e con un’ottica così brillante, si ottiene uno strumento che da grandissime soddisfazioni sia sul piano professionale sia personale. Rimuovere strumenti fratturati, riparare perforazioni e false strade, ritrovare canali dimenticati non sono più sfide impossibili.



PERCHÈ CAMBIARE?
Nel corso degli anni ho provato differenti Microscopi di altre case, durante le collaborazioni professionali in altri studi. Ho avuto anche la possibilità di lavorare per un anno intero, durante il Master Universitario del Prof. Berutti presso la Dental School di Torino, col Microscopio Proergo della Zeiss. Un ottimo Microscopio, con caratteristiche simili al mio (zoom elettrico, luce allo xenon, possibilità di fare registrazioni video e fotografiche). Grazie a questa esperienza, ho potuto comprendere come sia il LEICA, sia lo Zeiss siano ottimi microscopi. Di certo una spanna sopra agli altri. A mio avviso però, il Microscopio LEICA, oltre ad avere un’ottica più luminosa, ha una caratteristica ineguagliabile e unica. La maneggevolezza del braccio che sostiene il corpo ottico, spostabile con semplici movimenti della testa. Questa caratteristica può sembrare secondaria, ma diviene fondamentale per correggere quei piccoli spostamenti della posizione di lavoro e del paziente che inevitabilmente accadono durante le fasi lavorative. Questa cosa è molto complicata con il sistema a blocchi elettromagnetici dello Zeiss, che devono essere sboccati ogni volta, per permettere il movimento del corpo ottico.



PERCHÈ MIKROS?
Una cosa che ho sicuramente apprezzato nel mio rapporto quasi decennale con lo staff Mikros è la cordialità e competenza di tutti coloro che negli anni mi hanno assistito. In caso di bisogno sono sempre stati pronti a cercare di soddisfare le varie richieste o ad intervenire in caso di problemi (pochissimi) al Microscopio (in questi anni ho dovuto cambiare solo 1 volta la lampada e la fibra ottica). Se poi avete bisogno di sapere qualcosa su un Microscopio, non abbiate paura di chiedere a Roberto, che probabilmente vi farà una “testa tanta”, ma vi chiarirà ogni dubbio!